Capannone per la cernita della frutta, Denno (TN) - ITA

Un impianto di lavorazione della frutta per il consorzio “Melinda”.

L’ampliamento dell’impianto di produzione di Denno doveva tenere in considerazione vari aspetti: da un lato la funzionalità tipica di un edificio industriale, dall’altro il desiderio di realizzare un’opera di architettura particolare, integrata armoniosamente nel paesaggio, ma dotata anche di ambienti di lavoro confortevoli e di un alto grado di efficienza energetica.

Il complesso ha una superficie coperta di circa 10.000 m², a cui corrisponde una superficie utile di 22.100 m² distribuita su quattro livelli. All’interno le due imponenti coperture in legno lamellare assicurano un microclima confortevole grazie al materiale naturale con cui sono realizzate. Il tetto a shed della sala di lavorazione è composto da due grandi travi scatolari della lunghezza totale di circa 60 m e alte quasi 3 m, sostenute da sottili pilastri a Y in calcestruzzo e acciaio che simboleggiano i rami di un melo. La luce naturale che piove dall’alto incrementa decisamente la luminosità del capannone. Nel deposito una serie di pilastri di legno sorreggono l’orditura della copertura; sulla trave principale in legno lamellare, caratterizzata da una luce di 36 m, è appoggiata l’orditura secondaria a falde multiple.

Informazioni sul progetto

Località Denno, Val di Non (TN), Italia

Fine lavori 2014

Superficie utile 22.100 m²

Superficie tetto 5.200 m²

Legno lamellare 2.000 m³ ca.

Committente Consorzio Melinda, Italia

Archtetto e Direzione Lavori Studio Azzali, Trento, Italia

Struttura in legno Rubner Holzbau, Bressanone, Italia

Foto Claudia Marini