Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
 
 

Storia di un cantiere: la grande corsa verso Expo Milano 2015

Il 7 febbraio alle 10.15 su Rai 3 andrà in onda Storia di un cantiere: la grande corsa verso Expo Milano 2015.
Mancano 83 giorni all'inaugurazione di Expo Milano 2015 e il cantiere lavora incessantemente con tripli turni per arrivare in tempo all'appuntamento del 1 maggio 2015. Finalmente si vedono la forma e il profilo del sito che ospiterà una grande mostra dedicata a un grande tema: Nutrire il pianeta – Energia per la vita. I protagonisti di questa storia sono uomini e donne che sentono la responsabilità della promessa fatta dall'Italia a 145 paesi stranieri: operai, geometri, falegnami, vivaisti, carpentieri, ingegneri, architetti. Per alcuni è la fine di una lungo percorso di lavoro, per altri è la prima grande occasione. Da novembre 2013 a oggi, Rai Expo ha seguito il cantiere e lo ha visto crescere giorno dopo giorno, dalla nascita dei primi padiglioni in una falegnameria di Bressanone, agli alberi coltivati nei vivai di Chiusi, passando per i primi prototipi degli allestimenti montati in un capannone di Torino. E’ stato documentato l’ingresso del primo paese straniero entrato in cantiere, l’approdo del legno giapponese a Genova, la produzione del Padiglione Giappone a Borgosesia, l’allestimento della foresta tecnologica di bambù progettata da Ralph Appelbaum per il padiglione disegnato da Libeskind, la crescita dei padiglioni Germania, Cina, Kuwait, USA. A febbraio i lavori procedono velocemente. Gli operai montano il tetto e la pelle di Palazzo Italia. Venti padiglioni si preparano per dare il via agli allestimenti interni. Kuwait, Messico e Germania sono in dirittura d’arrivo e al Bahrein mancano solo le palme. Mentre si ritoccano le vasche delle risaie  e si sceglie il colore per la piazza del mercato Bio Mediterraneo, i cluster vengono consegnati ai paesi in via di sviluppo. Da marzo tutti dovranno concentrarsi sugli allestimenti e l’Esposizione Universale comincerà a riempirsi di contenuti.
 
 
Vai alla lista
 
 
 
 
© 2016 Gruppo Rubner | Part. IVA 00647870211 | Impressum | Cookie | Privacy | Sitemap Vai a top